L’insostenibile leggerezza di Apple al Nasdaq

Il Nasdaq mette a dieta Apple, e perde quota il titolo. Era arrivato a pesare un quinto del listino. In compenso riprende peso Microsoft, sottovalutata dalla “moda della Mela”. Perché il Nasdaq ha dato il via al reshuffle? Semplice: i titoli “gonfiati” (e dipendenti troppo dai rumors), se poi crollano, trascinano nella rovinosa caduta l’intero mercato… L’effetto soufflé non piace a Wall Street. L’iDipendenza non è un bene, come ogni “dipendenza” è un toxic affair…

Del resto a temere Honeycomb su tablet è lo stesso Woz (il co-fondatore di Apple) che spera che i tablet Android non superino mai l’iPad… come già Android ha sorpassato iPhone. E come Microsoft sorpassò Mac anni addietro. Ah, lnsostenibile leggerezza dell’essere melomani!

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

5 risposte a L’insostenibile leggerezza di Apple al Nasdaq

  1. Guido Baldoni scrive:

    Se la vostra fosse una critica coerentemente Stallmaniana, openista, commonista e comunista, capirei… ma siete semplicemente e cocciutamente anti-apple! E favorite vuoi Stallman, vuoi Bon Jovi e i discografici arroccati nei loro privilegi, vuoi i colossi Google e Microsoft… occhio, fate la figura di Parlato che difende Gheddafi.

  2. Mirella scrive:

    L’unico colosso che ben vediamo è Apple,m amatissima da Wall Street e che ha per anni difeso i DRM, salvo poi cambiare idea quando qualcuno lanciò la musica senza Drm e Steve Jobs rispose ‘anche noi toglieremo i lucchetti’. Alzando il prezzo un bel po’. La figura di chi difende Wall Street, Rupert Murdoch e Goldman Sachs, per ora è tutta tua. Ti stai facendo conoscere molto bene, con una raffica di 30 commenti in 30 minuti… Lo spam non è una tattica che fa amera un marchio, di solito fa un effetto contrario… 😉

  3. Mirella scrive:

    Non è una critica anti Apple, e non è un blog anti Apple. Sulle “malefatte di Google” abbiamo scritto un analogo libro 11 anni fa per la ShaKe… E per 20 anni abbiamo combattuto Microsoft. Sorry, obiettivo sbagliato. Sei tu che scrivi decine di commenti-solo-pro-apple inviati nell’arco di pochi minuti… Sei tu che devi giustificare lo Spam.

  4. r.d. scrive:

    Quella di Guido è una critica wall-streetiana, iper-capitalista e Fanboiata? Ma su, ripijate…

  5. r.d. scrive:

    Pensa un Fanboys precario che difende un miltimiliardario… Parlato e Gheddafi: ma che leggi il Manifesto come nei ’70? Hai pure l’eskimo?

I commenti sono chiusi.