Il chiodo sulla tomba di Windows e le fanta-recensioni

E’ sempre antipatico parlare male di qualcuno. Ma il grande Massimo Mantellini ha scopero l’ultima chicca delle fanta-recensioni.

Dopo il fanta-calcio, la fanta-recensione pare lo sport più diffuso dai giornalisti hi-tech: “Conclusione: Chrome OS è bellissimo, è molto potente (soprattutto in prospettiva) e apre la via a molteplici suggestioni. Peccato però ancora sia molto giovane e poco maturo, anche per via del tipo e del numero di servizi esistenti in rete. È il futuro? Non lo so. Mi sono divertito a usarlo? Certamente. È un chiodo sulla tomba di Windows? Certo…

Antonio Dini forse non sa che Windows spopola sul 90% del mercato Pc… Ah, il cloud: forse non si è accorto che anche Richard Stallman ha illustrato tutti i difetti di Chrome Os su Cr-48. Ma noooo, la stampa mainstream è priva di dubbi.

Concludo con una autentica perla di Daniele Capezzone su WikiLeaks: «In relazione al fatto che i personaggi pubblici vivono grazie al bene rappresentato dalla loro immagine, la loro riservatezza va particolarmente tutelata, contro danni che possono risultare devastanti».
Alessandro Gilioli ha giustamente commentato: Capezzone difende “l’ipocrisia della casta; è la negazione totale della politica come casa di vetro. Da parte di uno che per 78 pagine si gonfia del suo presunto essere liberale”.

Due perle per capire dove possono spingersi i Big Brother o le Caste… La banalità del male, lo stato etico, il cloud-totalitarismo? Mah 🙁

 

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

5 risposte a Il chiodo sulla tomba di Windows e le fanta-recensioni

  1. MisterX scrive:

    Ho fatto una domanda per cercare di capire quale fosse la vocazione di questo nuovo OS e … non ho capito. Da informatico, dico solo che a volte mi sembra di vivere in un settore dominato dalla disinformazione e dal sensazionalismo. :S

    Ciao.

  2. Mirella scrive:

    La vocazione di Chrome Os (un sistema operativo basato sul cloud, funziona direttamente dentro il browser Chrome ed è completo di avvio instant-on) è il cloud-computing. Ma il punto qui non è come funziona Chrome Os (che non è argomento del Post), ma come la “stampa” tratta certi argomenti (solo in funzione anti-Microsoft? mah). Il “chiodo sulla bara” è un’espressione forte; lo si dirà quando qualcuno avrà superato Windows sul desktop e per ora non è facile visto che Windows è al 90% del mercato. Quindi: nessuna polemica con Google che fa il suo lavoro, ma con le fanta-recensioni un po’ sì…
    http://www.google.com/chromeos/pilot-program.html
    http://www.itespresso.it/le-novita-cloud-chrome-os-e-android-di-google-49440.html

    Non era un “Post informatico”, ma un post-ironico su certe frasi dette da noti giornalisti… Tutto qui 🙂

  3. Guido Baldoni scrive:

    Io penso che iPad spazzerà i Netbook e il mercato dei computer casual, nonché certe fette di creativi ed executive. Chrome OS sostituirà i droni Windows nelle grandi aziende. Ovviamente si parla di trend, di medio periodo. Ma, mi chiedo, NGN: come mai così affezionata alla Microsoft?

  4. Mirella scrive:

    Dati di mercato. Quelli che Apple non dice, banale

  5. Mirella scrive:

    Quelli di Linux, li abbiamo mostrati in altri post: Android (che è open source) batte apple iOS, 2 a 1 ormai

I commenti sono chiusi.