Quante radiazioni emana il tuo iPhone?

Ma anche il tuo Android, il tuo Blackberry, Nokia Symbian o Windows Phone 7… Anche San Francisco capitola. Le “lobbies degli smartphone” hanno vinto il primo round. Riporta Punto-Informatico.it: “Dopo una serie di incontri a porte chiuse con i propri legali, l’amministrazione comunale di San Francisco ha deciso di posticipare l’implementazione della legge al 15 giugno”. Dopo la Wwdc di Apple, ma è solo un caso.

Il motivo? Ufficialmente per offrire più tempo per scrivere etichette più accurate. Ma, come potete immaginare, in California (la patria di Apple e Google) avrà vita dura la legge che doveva obbligare tutti i rivenditori di device wireless a indicare le esatte emissioni di radiazioni elettromagnetiche dei dispositivi messi a scaffale.

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.