Problemi di scareware su Mac, Apple non vi darà una mano. Ciclone Lodsys, parola d’ordine: boicottare in-app di Apple?

Scrive Gizmodo.it: “Ci piace pensare che i servizi clienti siano lì per… servire i clienti, cioè noi. Giusto? Non proprio. Dopo un’insolita diffusione di Mac Defender, il malware per OS X, Apple sta dicendo ai suoi clienti che ci devono pensare da soli“.

Nel frattempo, nel ciclone Lodsys LCC (che ha inviato minacciose lettere di violazione copyright ad un folto gruppo di sviluppatori di iOS), Apple cerca di raccapezzarsi con i suoi legulei, anche perché non Apple, bensì i suoi preziosi sviluppatori, che hanno portato al successo l’ecosistema App Store, sono a rischio: potrebbero essere obbligati a versare migliaia di dollari a Lodsys, per un brevetto depositato 18 anni fa, oltre alla cospicua fetta del 30% per ogni acquisto effettuato in-app versata direttamente nelle tasche di Apple.

Scrive Punto-Informatico.it: “Gli sviluppatori cercheranno di boicottare i tool di Cupertino“.

Ma al ciclone Lodsys potrebbe aggiungersi l’uragano Macrosolve: “Secondo i vertici di Macrosolve, gli sviluppatori avrebbero sfruttato senza licenza una tecnologia legata alla raccolta dei dati per la loro messa online in forma di questionario”.

Il povero Amleto si sarebbe chiesto: C’è del marcio in Danimarca? Vedremo nelle prossime puntate.

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Problemi di scareware su Mac, Apple non vi darà una mano. Ciclone Lodsys, parola d’ordine: boicottare in-app di Apple?

  1. Mirella scrive:

    Apple ha rimediato alla gaffe dello Scareware e ora offre il supporto ai poveri utenti Mac Os X colpiti dai Rogue Software, noto malware finora appannaggio di Windows, ma ora anche su Mac:
    http://www.itespresso.it/apple-rimedia-alla-gaffe-di-macdefender-e-interviene-contro-lodsys-52211.html

    Qui come risolvere da sé, senza “infastidire” il supporto Apple:
    http://www.itespresso.it/come-eliminare-macdefender-la-prima-minaccia-per-mac-os-x-52174.html

I commenti sono chiusi.