Quer pasticciaccio brutto di MacDefender. Ora MacGuard

Dopo MacDefender, alla cui minaccia Apple ha impiegato a rispondere ben 22 giorni, è in arrivo una nuova ondata di MacGuard, un malware più insidioso del precedente. Si installa senza digitare la password di amministratore. Effetto collaterale dei fari puntati su Apple? Certamente: finché Apple era di nicchia, poco “mossa” a Wall Street, non attirava l’attenzione di hacker e cyber-crime. Ora pare Windows nel biennio 2003-2004, quando negava di essere bersagliato dai virus e Apple mandava gli Spot “Get a Mac“. Tre settimane per rispondere agli utenti Mac sui forum, sono troppi? Sì. E pensare che il nuovo malware MacGuard, più subdolo del primo, è stato modellato sulla base della risposta di Apple agli utenti (secondo i ricercatori di sicurezza di Intego). Forse Apple dovrebbe imparare dalla lezione di Microsoft: mai negare l’evidenza; rispondere in fretta; cosigliare agli utenti validi anti-malware. “Too little, too late” non è mai una buona tattica. Tanto meno con i virus-writer…

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.