MobileMe è morto: scatta l’ora di iCloud, lo storage fra le nuvole

MobileMe è da dimenticare. Un disastro. Se lo dice Steve Jobs, anche i Fanboys possono crederci. Ora (…un minuto prima, sarebbe stato segno di pensiero critico indipendente: meglio di no). Adesso scatta l’ora di iCloud, lo storage fra le nuvole, per email- foto – e-book – musica – documenti. Tutto facile, WiFi, in automatico, direttamente dalle Apps. Senza pensare a nulla. “It just happens” dice serafico Steve Jobs. Dopo il tilt del cloud computing di tanti vendor nelle ultime settimane, meglio toccare ferro. Nel cloud succedono anche (e facilmente!) troppe cose: dati persi, trafugati, violati. It just happens. Benvenuti fra le nuvole, insomma. E Jobs? He feels good sulle note di James Brown 🙂 Però per la musica in streaming, ancora niente!

 

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.