Ricapitoliamo: chi copiava chi? (Ovvero: Nokia batte Apple sui brevetti)

Diamo a Apple quel che è di Apple (un grande marketing, design di culto e una platea di Fanboys), ma sui brevetti Nokia aveva ragione da vendere. E, infatti, Apple non avrebbe mai mollato l’osso, se Nokia fosse stata dalla parte del torto. E così Nokia ha trovato come “sbarcare il lunario” mentre calano le vendite di Symbian e prepara il primo Windows Phone 7.5 al gusto Mango. Con una tantum (sostanziosa) e le royalties di iPhone e iPad, ça va sans dire! Ma il danno all’immagine di Apple che viola 46 brevetti dell’arcirivale Nokia, invece, è incalcolabile…

 

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

4 risposte a Ricapitoliamo: chi copiava chi? (Ovvero: Nokia batte Apple sui brevetti)

  1. lawfox scrive:

    Apple ha perso una causa. Il Grande Capo Estiqatsi chissà cosa direbbe.
    Quello che non è chiaro è perchè Nokia non ha usato i brevetti prima di Apple ed abbia continuato ad insistere con il Symbian. Avrebbe evitato i problemi che ha e magari di abbracciare Microsoft. Boh!

  2. Fb scrive:

    Apple non ha perso una causa: ha *patteggiato* perché sapeva di aver “copiato” un bel numero di brevetti (46 erano quelli di cui Nokia reclamava la paternità) ed era consapevola che avrebbe perso la causa. Per ogni nuovo iPhone che compri, qualche spicciolo andrà nel conto in banca di Nokia. E se Microsoft si comprerà Nokia nei prossimi mesi…, Microsoft non solo guadagnerà da Android (più che da WP7), ma anche da Apple.

  3. lawfox scrive:

    Insomma chi non è azionista Apple può pensarla come il Grande Capo Estiqatsi.
    Io non un’azione di nessuna società di questo mondo, per cui sono a posto.

  4. MacRaiser scrive:

    @ Lawfox: Errore. Tu, come acquirente di prodotti Apple, sei interessato eccome. Infatti sarai tu a sostenere i costi legali e non della sua dissennata azione legale contro Nokia. Essi verranno caricati sul costo dei prodotti Apple, hard e soft, che acquisterai. Stai pur tranquillo che gli azionisti non ci rimettono. Sono i clienti, quelli che lo pigliano in tasca.

I commenti sono chiusi.