La fronda

Mentre Steve Jobs decanta “la miglior trimestrale di sempre” (oltre 28 miliardi di dollari di fatturato, oltre 7 miliardi di utili, oltre 9 milioni di iPad e oltre 20 milioni di iPhone, e poco più di 3 milioni di Mac venduti… superata la soglia dei 400 dollari, il nuovo record a Wall Street), c’è chi si fa un baffo dei record dei record.

Steve Jobs le ha liquidate come “fesserie“. Ma, stando al Wall Street Journal, sta nascendo una fronda in Apple che vuole sapere chi sarà il successore di Jobs, in congedo malattia da mesi e sempre più magro ad ogni evento Apple. Va bene che iPhone 5 è in produzione, va bene che il vecchio iPhone 3GS sarà il melafonino low-cost, va bene che iPad 3, o iPad 2 Plus, con maggiore risoluzione è in cantiere, ma non basta.

Anche nel cuore del board della regina di Wall Street, c’è un’iFronda in cerca di autore (o meglio di un erede del Ceo). La governance aziendale vuole un timoniere: Tim Cook o Eric Schmidt, ma la linea di successione va chiarita. Nel giorno di Mac Os X Lion, snobbato perfino da Macity, non si parla del nuovo sistema operativo, bensì di chi prenderà il posto di Jobs. Qualcosa vorrà pur dire, questo buzz. Anche perché l’iPad cannibalizza soprattutto i Mac.

Il dopo-Jobs è alle porte?

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.