La sindrome indiana della Pepsi e la scommessa che fa tremare Sprint Nextel

Stasera il Ceo Tim Cook presenterà iPhone 5, l’iPhone 4 S low cost e le apps a noleggio. Ma la notizia non è questa.L’India, un mercato da 602 milioni di abbonati alla telefonia mobile è off-limit per l’iPhone.

In India Apple detiene appena il 2.6% del mercato smartphone indiano, contro il 15% di RIM Blackberry, il 21% di Samsung ed il 46% di Nokia.

Perché? Chiedetelo alla Pepsi-Cola! (L’eterna seconda, sopravvive alla Coca-cola grazie all’India). Ora l’India potrebbe diventare il cruccio dell’iPhone: agli indiani piacciono Nokia e Rim, arrivati per primi, e non sono interessati all’iPhone.

Ma non finiscono qui i travagli del nuovo iPhone. Apple potrebbe avere sulla coscienza le sorti di Sprint Nextel.

Il carrier, con solo 52 milioni di abbonati, parte da una posizione di debolezza rispetto ai 99 milioni di abbonati di At&t (storico vendor di iPhone, fino a pochi mesi fa in esclusiva) e ai 106 milioni di Verizon Wireless.

Ma, stando al Wall Street Journal, Apple ha costretto Sprint Nextel a comprare 30,5 milioni di iPhone nel prossimo quadriennio, spendendo 20 miliardi di dollari. Senza sapere se li venderà o meno. Sprint Nextel che chiude in rosso da anni, sarà schiacciata dal mito dell’iPhone? A meno che l’iPhone 4 S non sia parecchio low-cost, la sindrome Android potrebbe costare cara a Sprint Nextel…

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.