L’iPhone 4S regala bollenti emozioni: la sindrome dell’Autodafé

Batterygate. Aggiornamenti che dovrebbero risolvere le falle, ma a volte peggiorano la situazione. Problemi di eco. L’iPhone 4S è nella bufera. Ma se non vi bastava questa lista di guai, ora The Register denuncia perfino l’autocombustione: “iPhone 4/4S brucia per combustione spontanea nell’inferno di linea – La foto in questione mostra un iPhone 4 o forse un 4S con la plastica nera chiaramente bruciata in una zona in basso a destra e il vetro in frantumi sopra il marchio che ha preso fuoco“.

L’Autodafé: durante il periodo dell’Inquisizione, era il solenne atto d’abiura pronunciato da un eretico processato e pentito… Tim Cook, a che cosa sta pensando?

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

3 risposte a L’iPhone 4S regala bollenti emozioni: la sindrome dell’Autodafé

  1. JackGAb scrive:

    Infatti ho sempre sostenuto che aplle faccia prodotti inferiori e mi rende nervoso vedere chi usa l’iphone solo perchè fa figo ma non telefona nemmeno perchè non prende o è scaricop, se poi adesso frigge….

  2. MacRaiser scrive:

    Apple a volte crea prodotti migliori di altri, a volte peggiori (negli ulrimi anni sono spesso peggiori); quello che conta di piu’, pero’, e’ che ormai con regolarita’ crea prodotti peggiori dei suoi precedenti. Basta osservare la parabola qualitativamente discendente dell’iPhone, dal 3G in poi, per rendersene conto subito.

    Ma direi che occorre spostare il focus: dalle prestazioni alla durata, ovvero alla formula: affidabilita’/tempo. In ogni caso, a questo ritmo di obsolescenza programmata, la tecnospazzatura e la carenza di materie prime depredate dal continente africano ci costringeranno presto a cambiare i nostri parametri: come accadde durante gli anni ’70 per il consumo delle autom che prima nessuno si sognava di tenere nel minimo conto. Meglio farlo prima e per nostra scelta.

    Altro spostamento che presto saremo costretti a fare: dal “cosa” viene prodotto al “come”. Gli ultimi scioperi fimostrano che i cinesi non sono piu’ disposti a fare da schiabi alle multinazionali dell’elettronica perche’ noi si possa acquistare inutili giocattoli luccicanti da lasciare nel cassetto l’anno successivo. Apple dovra’ fare i conti con tutto questo molto presto.

  3. MacRaiser scrive:

    Chiedo venia per gli errori di battitura, ma vista l’ora antelucana, sono quasi al buio.

I commenti sono chiusi.