Siri e la gaffe degli antiabortisti (Update)

Gizmodo: “Siri può trovare qualsiasi cosa cerchiate, ormai si sa: dal supermercato al cinema passando per il Viagra e il chirurgo plastico. Quello che però sembra non essere in grado di trovare sono i centri per l’interruzione della gravidanza.
Le prove lasciano pochi dubbi.
Se chiedete a Siri di trovare una clinica per l’aborto a New York City risponderà: “Sorry, I couldn’t find any abortion clinics” (Mi dispiace, non sono riuscita a trovare alcuna clinica per l’aborto). Ma con una semplice ricerca su Google, cosa che fa anche Siri per dare le risposte, si scopre che ci sono almeno sette risultati utili”.

A chi ha posto la stessa domanda a Washington DC, Siri lo ha mandato in una clinica distante più di 40 km e non in una vicina

Ora gli antiabortisti in America hanno una storia a tinte fosche: hanno ucciso medici abortisti. Dopo uno degli ultimi omicidi, Obama si è rivolto agli assassini: «Per quanto profonde possano essere le nostre divergenze come americani su questioni difficili quali l’aborto – ha poi aggiunto il presidente – esse non possono essere risolte con efferati atti di violenza».

Ecco, qui nessuno difende gli abortisti. Ma c’è un problema di coscienza: “Per le donne che hanno provato questa esperienza, siamo davanti ad un inequivocabile segno del fatto che Siri è stato programmato per non dare informazioni che permettano un accesso rapido all’aborto e alla contraccezione d’emergenza

Aiutare a trovare Viagra o addirittura sesso a pagamento, ma non le cliniche per l’interruzione di gravidanza o la pillola d’emergenza, può essere una scelta etica? O è discutibile?

UPDATE: Siri non è contro l’aborto: è solo in Beta, dice Apple

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

3 risposte a Siri e la gaffe degli antiabortisti (Update)

  1. MacRaiser scrive:

    Apple non ha potuto far altro che conformarsi alla sindrome sessuofoba del suo fondatore, di prove ce ne sono a iosa. Cito a memoria la dichiarazione piu’ clamorosa: “Se volete il porno, comprate Android”. Ora che e’ morto, prosegue su quella linea di condotta, evidentemente.

    La cosa piu’ assurda e’ che Steve Jobs, messala incinta, fece abortire la sua fidanzata.

  2. mirella scrive:

    La sindrome sessuofoba del board di Disney, in cui Pixar confluì?

  3. MacRaiser scrive:

    Puo’ darsi. Certo Disney non ha contribuito ad “sbloccare” le chiusure di Jobs: poco ma sicuro.

I commenti sono chiusi.