Niente iPad in Cina: il marchio non appartiene a Apple

Non sono le migliori settimane della storia di Apple. FinFisher ha minato l’affidabilità dell’azienda in tema di sicurezza. Tre-dico-tre anni per chiudere una grave falla in iTunes, non fanno onore a nessuno, mettendo a rischio gli utenti. L’Antitrust sia Usa che UE hanno aperto un’inchiesta contro Apple e cinque editori per presunto “cartello” nel mercato e-book. Infine in Cina l’iPad deve cambiare nome oppure Apple sarà costretta a sborsare 1,5 miliardi di dollari per il diritto d’uso… Nella guerra dei brevetti si sta tutto ingarbugliando, e non sempre a favore. E pensare che una volta Apple avrebbe additato questi fatti come le peggiori imputazioni a carico del suo avversario. E invece ora al centro c’è proprio chi “pensava differente”, ma poi forse razzolava non troppo diversamente: a volte gira il vento?

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.