Aria di Class Action

Dopo la multa (che non è maxi, se commisurata rispetto al fatturato, ma è solo una “sanzioncina” da 900 mila euro) comminata dall’Antitrust italiano a Apple, per pratiche commerciali scorrette, si sente “odor di Class action”. Scrive Tom’s Hardware: “Federconsumatori, Adusbef e Codacons stanno valutando la possibilità di avviare una class action contro Apple per rimborsare i consumatori che sono stati convinti a comprare l’AppleCare Protection Plan per espandere a due anni la garanzia dei prodotti Apple”.

Mentre la Casta si dota di iPad a spese del contribuente (denuncia de l’Espresso), senza averne alcuna effettiva necessità (in quanto ha già un Pc per inviare email e per accelerare sulla dematerializzazione), l’Antitrust dice ad Apple che “deve anche trattare in maniera appropriata i suoi clienti” (Fonte: IlSole24Ore.com). E forse dalle Associazioni dei Consumatori può arrivare qualche segnale per un cambio di passo: potrebbe essere l’ora di “risarcire i consumatori che sono stati direttamente danneggiati nell’acquisto di prodotti a marchio Apple” (Tom’s hardware).

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.