La nemesi

Apple, che ha venduto più di 15 milioni di iPad a livello globale nell’ultimo trimestre, sta cercando di espandere il proprio business nella seconda economia del mondo, la Cina (G2). Per mantenere il ritmo di crescita di questi anni.

Apple detiene il 76% del market share in Cina nel settore dei tablet, seguita da Lenovo e Samsung Electronics, che insieme si spartiscono il 10%(Fonte: IDC). La Cina è il paese dove la Taiwanese Foxconn assembla iPhones e iPad.

Il tribunale di Shanghai dovrà decidere in settimana sullo scottante “caso Proview“, in merito alla richiesta di bloccare le vendite di iPad in città. L’Alta Corte del Guangdong ha in precedenza dato ragione a Proview.

La prossima audizione sulla disputa del “marchio iPad” si terrà il 29 febbraio. 2012, infatti, è anno bisestile. Proview ritiene che potrebbero volerci settimane o mesi.
Troveranno un compromesso, Apple e Proview?

La Cina è la patria del trademark squatting opportunistico. Ma anche Apple, che “prese” il nome dalla casa discografica dei Beatles, dando luogo a una lunghissima disputa sui marchi, sa che cos’è il “trademark squatters”, l’okkupazione abusiva dei marchi.

La normativa sui marchi in Cina funziona molto diversamente dagli Stati Uniti. La nemesi è in agguato?

Did you like this? Share it:
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.