Senza nome? Chimatelo iFLOP

“1- COME VIVERE MALE SENZA JOBS: L’ATTESISSIMO LANCIO DEL NUOVO IPAD DELUDE TUTTI – 2- PRO: UN OTTIMO SCHERMO, UN PROCESSORE PIÙ VELOCE, UNA FOTOCAMERA DECENTE E LA CONNESSIONE 4G (CHE TANTO IN ITALIA SI VEDRÀ SOLO NEL 2013, SE TUTTO VA BENE) – 3- CONTRO: È PIÙ SPESSO E PIÙ PESANTE DELL’IPAD 2, UN PASSO INDIETRO NEL DESIGN INDUSTRIALE CHE IL DEFUNTO AYATOLLAH DI CUPERTINO NON AVREBBE MAI ACCETTATO – 4- E NON HA NESSUNA VERA NOVITÀ: NEANCHE SIRI, IL RICONOSCIMENTO VOCALE DELL’IPHONE 4S. DA FUORI, È PRATICAMENTE IDENTICO AL PRECEDENTE. UN PRODOTTO BEN FATTO E CHE VENDERÀ. MA SENTIRÀ LA CONCORRENZA DEI TABLET DI ANDROID – 5- NESSUN “MINI-IPAD”, NESSUN AGGIORNAMENTO DELL’IPOD. L’ALTRA NOVITÀ PRESENTATA È LA VERSIONE HD DELL’APPLE TV (FINORA, UN MEZZO FLOP SIA IN USA CHE IN EUROPA)” Firmato Dagospia.

Venderà? Certo che venderà: i fidelizzati, i Fan-atici, quelli che venerano il brand, hanno già il dito sul grilletto – ops la mano sulla carta di credito facile – ma, a meno che non siate dei grafici in cerca di uno strumento in mobilità per l’editing fotografico, parliamoci chiaro: Android è meglio (e Windows 8 scalpita: porterà la produttività di Office più Skype nell’era Mobile). Saranno venduti oltre 11 milioni di iPad nel trimestre, e 60 milioni di iPad nell’anno (dicono gli analisti). Tanti? Non pochi. Ma da qui dal 2015, il market share di Apple, calerà al 46%. Soprattutto se Nexus tablet (il gPad di Google targato ASUS, l’azienda del mitico Padfone) imparerà la lezione di Kindle Fire.

E intanto – per gli amici dell’Antitrust – Apple “è sospettata di collusione con gli editori per alzare il prezzo degli e-book“. E poi ci si chiede, come mai parlano tutti bene solo e soltanto di Apple? A pensar male…

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.