Se Apple fosse una banca. AppleBank sfiderà mai Citigroup o Unicredit?

Apple è un brand così forte, emozionale e con una clientela così fidelizzata, che potrebbe perfino aprire una banca: AppleBank avrebbe file di clienti. Altro che Credit Crunch ed OccupyWallStreet contro Godman Sachs! I Fanboys aprirebbero subito un conto nella banca del produttore di iPhone e iPad. Secondo KAE sarebbe la banca consumer più profittevole di sempre. Del resto la Mela di Cupertino ha realizzato una montagna di cash in poco tempo, quasi 100 miliardi di dollari in contanti (anche perché li ha tenuti off shore, per evitare le tasse statunitensi: Equitalia avrebbe avuto qualcosa da obiettare a Apple se fosse stata italiana?). Insomma, perché non andare alla AppleBank invece che da Unicredit/Intesa San Paolo o negli USA da Citigroup eccetera?

Apple ha davvero una forza disruptive in ogni business in cui entra? Ed è davvero così fantascientifica questa ipotesi, visto che Apple ha già depositato brevetti per trasformare gli iPhone in carte di credito? Per inciso: Apple ha già i vostri numeri di carta di credito da iTunes.

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.