Foxconn: nessuna suggestione, le violazioni ci sono e gravi

Fair Labor Association (FLA) ha redatto il rapporto sulle condizioni dei lavoratori in Foxconn: confermati gli abusi sui lavoratori e le gravi violazioni sia in termini di compensazioni economiche che di orari. Tutte e tre le fabbriche visitate dalla FLA violano gli standard e le normative sugli orari di lavoro cinesi. FLA ammette che il lavoro supera le 60 ore settimanali per operaio, quando 49 ore settimanali è il limite legale della legislazione cinese. Ora Foxconn promette che dal primo luglio 2013 passerà dalle oltre 60 ore settimanali a 49 ore a settimana. Metà degli operai afferma di lavorare più di 11 ore per turno. Il 14% ha denunciato che il mancato o scorretto pagamento degli straordinari: basta fare 29 minuti invece di 30 per saltare il pagamento dello straordinario; oppure con 59 minuti invece di 60, viene pagata solo mezz’ora di straordinari invece di un’ora. Giovanissimi operai, dai 16 ai 17 anni, sono stati individuati in aree a rischio (esposizione a sostanze chimiche oppure a fattori fisici pericolosi come polveri di alluminio, rumori, vibrazioni e condizioni termiche).

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.