La Sindrome del maschio Alfa. Ma se Apple si sgonfiasse, crollerebbe tutta Wall Street?

Il dilemma sembra di lana caprina, ma per gli economisti non lo è affatto. Quando un titolo cresce a dismisura, e per caso cala, c’è il rischio che si trascini tutto giù.

Come il maschio Alfa di Wall Street, Apple ha le migliori performance di ognuno dei 10 settori dell’index di Standard & Poor’s 500 di quest’anno.

Dopo il calo dei giorni scorsi, -4.1%, tutta Wall Street ha vacillato. Poi il gossip hi-tech ha messo in giro che forse il geniale designer Philippe Starck potrebbe realizzare la misteriosa Apple iTv, che forse Apple lancerà il Mini iPad nel terzo trimestre, che l’iPhone 5 sarà realizzao in Liquidmetalil solito Buzz che da cinque anni sostiene il “fenomeno Apple”. Ma Apple presenta un innegabile enigma: “ It’s too valuable not to own – creating a risk should its stratospheric rise eventually falter“.

Il titolo di Apple detiene il 4.5% di S&P 500 index, cosa che non avveniva dal 1999, quando Microsoft pesava per il 4.9%. Dopo il ’99, arrivò lo sboom delle Dot.com del 2000. Incrociamo le dita?

Did you like this? Share it:
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.