Ad aprile iPad crolla a doppia cifra nell’indebitata Europa

Sarà la psicoDRACMA. Sarà lo tsunami da debiti sovrani. Il Credit Crunch nonostante la BCE “regali” denaro alle banche. Sarà che qualcuno inizia a guardare a Windows 8 e RT come possibili alternative per l’autunno, mentre Ferrovie dello Stato adotta decine di migliaia di OliPad di Olivetti (con Android) e Enel testa Samsung Galaxy Note (l’ibrido tablet/smartphone con Android e pennino). Sarà quel che volete, ma l’iPad crolla ad aprile del 22%. Un tonfo a doppia cifra, registrato nella vecchia e indebitata Europa, dopo la crescita a tripla cifra del mese del debutto del nuovo iPad.

Cose che succedono? Certamente sì; ma oggi a WWDC 2012 a San Francisco a Apple converrà tirare fuori dal cilindro qualcosa di più convincente di iOS 6 con le mappe di Apple (al posto di quelle 3D di Google) e i MacBook con Retina Display. Non dico l’agognato iPhone 5, ma insomma… Perché Android avanza a passo felpato sui tablet, mentre Windows 8 scalda i motori per il lancio autunnale. Trincerarsi dietro al presunto monopolio, non è il caso, a meno di non voler regalare un nuovo vantaggio allo scaltro Android, che ha già fregato iPhone scippanogli lo scettro del mercato smartphone

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.