Dieci milioni di Samsung Galaxy S III. E Apple è condannata a fare pubblicità all’arcirivale

Bernstein Research teme la debolezza dell’economia cinese (da cui dipende il 20% delle vendite di Apple) e l’euro-recessione (il dramma dei debiti sovrani in Europa), oltre alla concorrenza di Samsung (che ha venduto 10 milioni di Galaxy S III) e dei rivali Android di fascia alta. Insomma, la trimestrale di Apple potrebbe registrare un rallentamento, il peggiore negli ultimi due anni, a causa di diversi fattori.

Sueccede quando un colosso fa dipendere il 50% del fatturato da un unico prodotto, l’iPhone… poi certo l’iPhone 5, con schermo da 4 pollici – chip più potente e design più sottile – tornerà a correre, ma la differenziazione è l’Abc delle strategie economiche, o no, considerato Google Nexus 7, i prossimi Kindle Fire e perfino Microsoft Surface tablet con Office stanno per abbattersi sull’iPad? E basterà il mini iPad da 7 pollici per fermare la disaffezione? O non sarà che il Mini iPad low-cost andrà solo a cannibalizzare le vendite dell’iPad da 9.7 pollici?

Come a dire: Android ha sbaragliato iPhone nel mercato Mobile, chi non dice che il fenomeno si ripeta anche nel mercato tablet?

Nel frattempo il giudice inglese, che aveva detto che il Galaxy Tab non è cool quanto l’iPad, ha condannato Apple a fare pubblicità all’arcirivale Samsung. Le crociate dei brevetti stanno diventando un boomerang. Come volevasi dimostrare…

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.