Apple recupera, perché le vendite di Windows 8 deludono

Prima le critiche corrosive di Jacob Nielsen esperto di usabilità (che è vero che non è più il guru di un tempo, ma non è neanche un Fanboy). Poi le indiscrezioni sulle vendite deludenti. Microsoft non è reduce da una partenza sprint, e deve aggiustare il tiro, dopo aver silurato Sinofsky, padre di Windows 8.

A dare qualche barlume di speranza è invece Nokia: il sold-out in Germania del top di gamma Lumia 920 dà speranza all’ex colosso che, un tempo, generava il 4% del PIL finlandese.

Apple, che secondo Morgan Stanley, potrebbe vendere 46 milioni di iPhone e 23 milioni di iPad nel trimestre natalizio, sull’onda di questo scampato pericolo, per ora si riprende a Wall Street.

Dopo aver toccato il fondo dei 500 e passa dollari, a 8 settimane dal record dei 700 dollari del 19 settembre (quando capitalizzava a Wall Street quanto il PIL della Svizzera), ora Apple è in risalita a 565.73 dollari.

Ma è presto per dire se il peggio è passato… Anche perché il Nexus 4 e il Nexus 10 sembrano dei blockbuster.

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.