Sculley, il Ceo che cacciò Steve Jobs: Perché Apple sbaglia

I Fanboys odiano il povero Sculley, il Ceo scelto da Steve Jobs, proveniente dalla Pepsi-Col, passato alla Storia come il Ceo che cacciò Steve Jobs e non ne comprese il genio, portando Apple a due passi dalla bancarotta… Ma Sculley non è affatto un ingenuo, e fu l’unico Ceo ad aumentare il market share dei Mac, all’epoca. Tanto che ora, intervistato dalla Bloomberg Television da Singapore, si permette di offrire consigli ad Apple. E uno è un suggerimento importante: Non snobbare i mercati emergenti! 

Sculley suggerisce di cambiare in fretta la supply chain per imparare a realizzare martphone da 150 dollari, e non perdersi il mercato Mobile low-cost, e i Paesi emergenti come l’India.

Tim Cook? È il giusto Ceo, secondo Sculley. Un super esperto di supply chain che accelererà lo sviluppo di iPhone, come già ha fatto con iPad: nuovi prodotti due volte l’anno.

E Samsung? È un competitor formidabile che ha saputo azzerare le distanze fra i Galaxy e l’iPhone.

Anche se vi sta antipatico, leggete l’intervista di Sculley. Vi sorprenderà per l’acume e l’intelligenza di ciò che dice.

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.