La purga

Apple caccia AppGratis, che proponeva ogni giorno un software gratis inviando anche messaggi sugli iDevice con l’app installata. Secondo Apple, AppGratis violava i termini di App Store su iOS.

Per gli sviluppatori che creano apps e fanno business su App Store, le purghe sono un bel grattacapo. Come fai a basare un’economia digitale su un Walled Garden in cui a fare e disfare è solo Apple, e le aziende subiscono i diktat senza possibilità di appello?

 

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.