Bill Gates ricorda Steve Jobs: “Sì, aveva più senso estetico di me”

Un Bill Gates commosso, intervistato da 60 Minutes, racconta Seteve Jobs. «In un certo senso io e lui siamo cresciuti insieme. Più o meno coetanei, siamo stati ingenuamente ottimisti e abbiamo costruito delle grandi compagnie. E abbiamo soddisfatto ogni nostra fantasia nel realizzare prodotti e apprendere nuove cose. Spesso da concorrenti. Ma abbiamo sempre mantenuto un certo rispetto e una certa comunicazione, anche quando Steve è stato male». A Jobs, Gates invidiava il senso estetico. Ma dopo aver rimodellato il mondo degli avvocati e della medicina, l’education appare il settore dove la tecnologia potrebbe fare molto di più. E la sfida fra Apple e Microsoft guarda proprio alla scuola digitale.

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.