iOS 7 cambia sotto il segno di Sir Jony Ive

Grafica pulita ma d’impatto in bianco e nero, con pochissime concessioni al colore e qualche sfumatura di grigio, ma senza ombreggiature. Interfaccia minimalista e design piatto, elegante ma senza fronzoli. iOS 7 cambierà a WWDC 2013 sotto il segno visuale di Sir Jony Ive. Finalmente Apple ritorna alle sue radici sobrie, uniformando la grafica – finora troppo leziosa e stucchevoile, oggi in stridente contrasto con lo stile della Mela – con il potente design hardware di Jony Ive. Cupertino riannoda il “filo di Arianna”, che Apple aveva perso da quando Steve Jobs aveva concesso troppo potere a Scott Forstall, l’uomo del flop delle mappe. iOS stava correndo il rischio di “annoiare” i fedelissimi utenti Apple: un rischio che il Ceo Tim Cook non vuole correre. E a WWDC 2013 iOS 7 cambierà rotta, sotto il segno grafico di Sir Jony Ive. Il visionario dell’haiku della grafica. (Anche Siri dovrebbe migliorare, integrando – finalmente – i dati di terze parti).

 

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.