Chi si ferma, è perduto

Le vendite di Samsung Galaxy S4 deludono (anche se con i primi 10 milioni di S4 aveva battuto S3, in metà tempo). Apple taglia gli ordini di iPhone e registra il marchio iWatch in Giappone. Blackberry Z10 è un flop (ma è una fase di transizione, precisa il Ceo). Nella fascia alta, chi si ferma (ad innovare), è perduto.

Invece Nokia gioca la carta dei feauture-phone da 20 dollari, con cui torna alla profittabilità: 29% di margine di profitto con il modello 105. E nel mercato smartphone, mantiene la barra dritta su Windows Phone: l’OS di Microsoft ha superato Blackberry e si toglie qualche sassolino dalle scarpe (anche Huawei ha venduto un milione di W1, oltre ai 5,6 milioni di Nokia Lumia).

Chi vuole un piano B per Nokia (un passaggio ad Android, almeno nella fascia bassa), per ora si metta il cuore in pace: il colosso finlandese resiste nelle sue scelte.

E invece nella fascia bassa domani arriva Firefox OS, con ZTE Open, uno smartphone da 3 dollari al mese. Sarà un terremoto nel mercato smartphone?

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.