Santo iPhone

A salvare la trimestrale di Apple sono gli iPhone. Numeri: 35.3 miliardi di dollari di fatturato, in crescita di appena l’1%, grazie a 31.2 milioni di iPhone venduti e i profitti in calo del 22% a 6.9 miliardi di dollari (pari a 7.47 dollari per azione). In Cina, il fatturato di Apple è in caduta libera del 43% sul precedente trimestre e in pesante flessione del 14% anno su anno. Capitolo iPad: le vendite sono in flessione del 14% rispetto a un anno fa a 14.6 milioni di unità.

Ma sono i margini a far tremare i polsi agli analisti, in calo dal 42% di un anno fa a sotto il 37%.

Apple deve tornare presto a INNOVARE. Capital Advisor consiglia ad Apple di diventare la “Cadillac degli smartphone”, ma per fare ciò deve salire almeno fra il 25%-30% di market share, contro il 17% di oggi (e il 41% di Samsung in un mercato dominato da Android al 70%).

Il titolo, in picchiata del 40% da settembre (di cui il 30% circa in calo da inizio 2013), è risalito del 5%? Non illudetevi: più merito del buy-back azionario che dei conti.

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.