I polli e l’hacking dei dati biometrici

A chi vi parla di sicurezza dell’iPhone 5S, non accennategli all’NSA. O alla privacy. Nutre un profondo disinteresse per questi temi. Risponde che “tanto, non ha nulla da nascondere”, beata ingenuità: anche i berlinesi avevano ben poco da celare agli occhi della Stasi all’epoca del muro e de “La vita degli altri“. Pur di prevenire i furti, costui che vede tutta la sicurezza nel suo dito, nel week-end, lascerebbe in custodia alla CIA perfino le chiavi di casa. Parlategli invece dell’hacking dei dati biometrici. Chissà mai che alzi gli occhi al cielo!

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.