Il Mobile non regala sonni tranquilli al Ceo Satya Nadella

Il Mobile rimane il tallone d’Achille di Microsoft, stando agli ultimi dati. Microsoft perde 45 milioni di dollari nei tablet Surface. Nokia, ora nuova unità Mobile di Microsoft, dopo l’acquisizione – appena completata – da 5.6 miliardi di dollari, ha registrato un calo del 30% nelle vendite di telefonini e smartphone. Le perdite dell’unità si sono ampliate, da 73 a 306 milioni di dollari. L’unità di telefonia è passata da 2.8 miliardi di euro a 1.9 miliardi di euro: a crollare sono soprattutto le vendite dei telefonini più economici, ma il calo ha colpito anche le vendite di smartphone, nella fase di transizione da Windows Phone 8 a 8.1.

Anche nel segmento tablet, il travagliato Surface non cessa di provocare fastidiosi mal di testa a Microsoft. A causa della crescita dei costi di produzione, sono salite le perdite relative al tablet Surface: nell’ultimo trimestre le perdite hanno raggiunto quota 45 milioni di dollari, come risulta dai documenti consegnati alla Securities and Exchange Commission (SEC), la Consob americana. Surface fattura 494 milioni di dollari, nell’ultimo trimestre, tuttavia i costi di produzione sono saliti a 539 milioni di dollari. Secondo Microsoft, è l’alto numero di Surface venduti ad aver fatto impennare i costi: dunque, un segnale di risveglio.

Rimane il fatto che le cifre dimostrano le difficoltà incontrate da Microsoft per entrare nel mercato tablet, dove Apple iPad domina le vendite di fascia business, e nonostante il calo subìto da Apple stessa a causa dell’agguerrita concorrenza dei tablet Android.

Sia chiaro: niente di grave. Microsoft ha appena postato profitti per 5 miliardi di dollari, grazie alla piattaforma cloud Azure. Però Satya Nadella deve sperare che Windows Phone 8.1 riporti i Lumia a crescere. E poi fondere Lumia e Surface, per superare l’impasse.

Soprattutto il Mini Surface dovrebbe essere più competitivo.

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.