Le apps Freemium nel mirino dell’Antitrust italiano.

L’importante è la trasparenza. Il modello di business è ingegnoso e non va penalizzato: anzi, è in grande crescita, perché funziona. Ma è importante che l’utente consumer sia consapevole di cosa scarica: Freemium non è gratis, ma si paga per continuare man mano che avanza il gioco.

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.