Cinquecento milioni di iPhone nascondono uno sniffer?

“HIDDEN packet sniffer spy tech in MILLIONS of iPhones, iPads – expert”. L’esperto Jonathan Zdziarski all’evento Hackers On Planet Earth (HOPE X) punta il dito contro Apple, accusata di aver nascosto uno sniffer in cinquecento milioni di iPhone e decine di milioni di iPad. Una porta segreta per la tecno sorveglianza. La backdoor in iOS – se verrà confermata – sarebbe il peggior nemico per la privacy dopo lo scandalo NSA. Stay tuned!

UPDATE: com.apple.mobile.file_relay consente di trafugare una grande quantità di dati, compresi l’account di posta elettronica, Twitter, iCloud ed altri servizi, oltre a una copia completa della rubrica, la cache dell’utente, i log delle posizioni geografiche e le foto.

Il servizio Pcapd permette di monitorare tutto il traffico di rete wireless. House_arrest, invece, consente la copia dei file e documenti sensibili provenienti da Twitter, Facebook e molte altre applicazioni.

Apple nega sul Financial Times l’esistenza di backdoor. Ma se questi file non si chiamano backdoor, cosa mai saranno? “Apple ha davvero bisogno di sistemare le cose”.

 

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.