Sessanta secondi di terrore

Apple ha perso il 3% in un minuto. Vendite accelerate prima delle 9:51 a.m. EST (1451 GMT), con più di 6.7 milioni di azioni scambiate. Un minuto in caduta libera ha prodotto un perdita del 6,7%, il peggior calo negli ultimi 10 mesi. Sessanta secondi di puro terrore hanno bruciato 40 miliardi di dollari di capitalizzazione di mercato.

Dopo il rally con balzo del 44% da inizio 2014, ora ci si chiede che succederà: ma anche Apple, il cui titolo è raddoppiato in tre anni, non può crescere ogni giorno.

Morgan Stanley ha ridotto il peso di Apple dal 4 al 3 per cento nel suo portafoglio: dipendere da un solo titolo è illogico e pericoloso.

 

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.