Ex manager spara a zero contro Apple, un club maschile ed anti meritocratico.

Non sono più parte del collettivo “iCult”, i cui meccanismi interni sono sporchi. E’ un club maschile dove conta più la percezione che la sostanza, l’incarico più del talento. Si raccontano storie di successo solo per intimidire i nuovi arrivati che non hanno mai sperimentato la vita corporativa. Le storie si raccontano centinaia di volte anche dopo il lavoro, davanti a birre e a manager ubriachi che ricordano i dirigenti che licenziavano e chiudevano le sedi per strategia. E i nuovi boy scout si impressionano davanti a tanto potere. Come gli imperatori cinesi, l’azienda si ritiene il centro dell’universo, non è un caso che il nuovo campus abbia la forma di astronave spazialeracconta a Ibtimes Ben Farrell, ex manager di Apple che spara a zero contro l’iCult, “cultura tossica” di Apple. Ma leggetela tutta. Un nuovo caso di “Mela Marcia“, come intitola Dagospia?

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.