Microsoft porta le apps Android e iOS su Windows 10

Microsoft vuole vendere un miliardo di Windows 10 entro il 2018. Ma oggi si trova in un circolo vizioso: molti sviluppatori non realizzano apps per Windows phone perché ha scarso market share, ma l’OS ha modeste quote di mercato perché non ha sufficienti apps. E, secondo Strategy Analytics, Android domina il mercato con l’81%, seguita da Apple al 15%: Microsoft langue al 3% circa.

Che fare? Radical shift in strategy. Microsoft permetterà alle apps Android e iOS di salire su Windows 10, l’OS gratuito per il primo anno.

Windows domina il 90% del mercato Pc, ma non ha saputo attrarre tanti utenti nel mercato Moble (smartphone e tablet). Ma 1,5 miliardi di persone oggi usano versioni di Windows vecchie: Windows 7 (che ha 5 anni) è usato sulla metà dei Pc; Xp (che ha 13 anni) si trova sul 17%. Microsoft vuole rifidelizzare i suoi utenti grazie a Windowqs 10, avendo fallito l’obiettivo con Windows 8.

La scorciatoia potrebbe diventare una trappola, se gli utenti penseranno che gli smartphone Windows emulano la concorrenza? Il rischio c’è. Ma è l’unico approccio per provare ad avere successo.

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.