La lezione Open del Vaticano.

La Biblioteca Apostolica Vaticana preferisce l’Open source rispetto alle soluzioni proprietarie. Scrive ITespresso: “Il Vaticano sta digitalizzando 82.000 manoscritti, di cui solo il 20% può essere letto in biblioteca. Per scegliere il formato, il Vaticano ha dato un’indicazione: che fosse leggibile fra 50 anni“. E la scelta è caduta su un formato Open source.

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.