Ce la farà Microsoft ad attrarre gli sviluppatori?

Il vero ostacolo di Microsoft sulla strada di Windows 10 sono i developer. L’anno scorso Windows aveva il 3% del mercato smartphone, contro l’81% di Google Android e il 15% di Apple iOS. Nel giro di 15 giorni assisteremo a Google I/O e poi a Wwdc 2015 (keynote l’8 giugno), le conferenze sviluppatori, rispettivamente, di Google ed Apple.

Microsoft ha promesso la drastica semplificazione della realizzazione di apps per Windows basate sulle applicazioni che girano su Android o Apple. Ma i developer vogliono prima vedere un significativo balzo del market share, per convincersi che sviluppare per Windows valga la pena. Ma chi anche vuole comprare Windows, aspetta l’arrivo di apps: e non basta Candy Crush, in arrivo su Windows, a fare da sirena. Microdoft è in circolo vizioso? Può ancora rompere questa spirale negativa? Sì, ma deve fare in fretta. Usando più astuzia di Ulisse.

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.