L’iPhone voluto da Donald Trump costerebbe almeno il doppio.

Se un operaio californiamo costa il triplo di uno di Foxconn, l’iPhone voluto da Donald Trump costerebbe – come minimo – il doppio. E se Apple continuasse a produrre fuori dagli USA e Trump fosse Presidente, l’iPhone verrebbe tassato il 35% in più.

Quando il rumoroso candidato alle Primarie repubblicane, già xenofobo e i islamofobo, dice ad Apple di costruire la sua dannata tecnologia in casa (to “build their damn computers and things in this country”), manda a quel Paese la Logica. Perché nessuno potrebe permettersi iPhone da 1.300 dollari solo per compiacere il palazzinaro-candidato.

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.